CHE COS’E’ LA BLOCKCHAIN?

Blockchain

Blockchain è “una soluzione alla ricerca di un problema al quale dare risposta”, in quanto la tecnologia blockchain si è evoluta dai bitcoin a diversi altri usi, non solo nell’ambito dei servizi finanziari, interessando molti altri settori industriali e non con un orizzonte di utilizzo

In blockchain, questa operazione è eseguita da particolari utenti della blockchain detti Mainer che risolvono dietro un compenso e con una disponibilità di grande potenza computazionale, un complesso problema matematico ed aggiungono nel giusto ordine una transazione ad una sequenza precedente di transazioni. Questo insieme di transazioni è un “blocco”, più blocchi  ovviamente costituiscono una catena e da qui il nome. Dal momento che i blocchi futuri sono dipendenti dai blocchi precedenti e ne portano all’interno una impronta, è impossibile modificare o eliminare un blocco. Questo è il motivo per cui una blockchain è “immutabile” nel tempo.

Alla base della tecnologia vi è la condivisione di un registro — o libro mastro — e ciascun utente appartenente alla rete possiede la copia di tutte le transazioni. Quindi una blockchain è un libro mastro ‘distribuito’. Sebbene molte persone considerino la blockchain come un database, essa è molto più di questo. 

La tecnologia blockchain può essere applicata a molti casi d’uso, oltre lo scambio di cripto valuta. Esistono molte tecnologie che interpretano il concetto di Blockchain. Ad esempio, la tecnologia Ethereum abilita l’esecuzione di casi d’uso peer-to-peer e di tutte le altre applicazioni distribuite dove è importante la trasparenza e l’immutabilità del dato e con gli smart contract, può imporre una condizione o automatizzare un processo da eseguire ed in grado di interagire in modo sicuro con il mondo esterno.

Con la soluzione blockchain myDonor® la catena dei processi di certificazione si completa al suo interno, a differenza  di altre piattaforme che vantano una soluzione blockchain fatta da semplice trasformazione della donazione in criptovaluta, che viene poi accreditata all’Organizzazione al netto di fee, sfruttando quindi la sola tracciabilità donatore – organizzazione di questa. myDonor® al contrario integra nativamente nelle sue soluzioni un layer blockchain con smart contract basandosi su Ethereum, tracciando quindi in concreto tutto il percorso della donazione e certificando i documenti coinvolti. 

Questa soluzione però non può però essere adottata da una semplice piattaforma di donazioni on-line in quanto manca di tutti i processi a valle di gestione del donatore e delle attività di suo impiego, gestione che invece possiede in toto e ha consolidato nei suoi prodotti myDonor®.

Poco conta a nostro avviso avere la certezza che la donazione arrivi all’organizzazione, cosa ormai assodata con la rendicontazione della donazione ricevuta, prassi ormai adottata da qualsiasi Organizzazione. Quello che è invece costituisce un importante salto qualitativo è la tranciabilità e la certificazione del percorso verso l’utilizzo finale.

Grazie alle competenze consolidate nel settore non profit ed all’alto livelo tecnologioco raggiunto da INP SpA, la statup innovativa del gruppo, a breve blockchain e smart contract saranno disponibili anche in modalità SAAS così da facilitare l’introduzione e l’uso di questa nuova metodologia di certificazione dei processi donativi a tulle le Organizzazioni non profit virtuose ed attente alla percezione di trasparenza del donatore, indipendentemente dal CRM utilizzato. Questa tecnologia consente alle organizzazioni senza scopo di lucro, di essere completamente trasparenti.